Nick:  Password:  Ricordami: Cookies non abilitati!    Ricorda Password  REGISTRATI
Home   
Cos'è il BDSM   
News   
Novità   

ConCorsetto   
Gallery   
Forum   
Taccuini   
Puntine   

L'Esperto   
Pervipedia   
Interviste   
Articoli   
Poesie   
Racconti   

Regioni   
Eventi&Feste   
Inserzioni   

Sondaggi   
Links   

Help e FAQ   


Intervista a Gloria Brame
di Gloria Brame
inserito da Abatenero - 06/06/2016 - Letto 1133 volte.
Chi è Gloria Brame

Ringraziamo Gloria Brame per averci consentito di tradurre e pubblicare questa intervista su Legami.

1. Sembra che chiunque ormai in Internet abbia sentito parlare del BDSM.  Pensa che 50 Sfumature di Grigio abbia cambiato il modo in cui vediamo il sesso alternativo?

La popolarità di 50 Sfumature ha fatto uscire il BDSM dall’ombra e costretto milioni di persone a rendersi conto di avere quelle stesse fantasie, impulsi e desideri. Da questo punto di vista per molte persone è stato un libro liberatorio. D’altra parte, è un libro di pura invenzione ed è pieno di fraintendimenti del BDSM – specialmente sulle questioni del consenso e delle dinamiche interpersonali.

Perciò, da una parte, 50 sfumature ha risvegliato la consapevolezza che i desideri BDSM sono molto più comuni e normali  di quanto la maggior parte della gente pensasse; ma d’altro canto ha creato una falsa immagine del BDSM e dei suoi praticanti. La Comunità BDSM è particolarmente incentrata sul consenso e sul rispetto. Nell’insieme, i praticanti più esperti sono stati infastiditi dal libro proprio perché, anche se contiene scene sexy, fornisce impressioni false e negative di quello stile di vita e del suo ethos.

Se volete capire il BDSM, non dovete leggere romanzi, ma saggi. I romanzi sono una gran cosa in camera da letto, ma sono terribili come modelli per una reale relazione BDSM

 

2. Ai nostri giorni leggiamo di feticismi di cui non avevamo mai sentito parlare prima. Da dove sbucano? Esistono più feticismi oggi che in passato?

Quello che è particolarmente affascinate dei feticismi è che cambiano ed evolvono al passo con i tempi. Per esempio, nel 19mo secolo potevate trovare persone con feticci per scarpe e cappelli che oggi ci sembrano comici – dal feticcio per il tricorno napoleonico alla passione per le scarpe con i bottoni vittoriane. Quei feticci sono svaniti insieme alla loro moda. Oggi è molto più facile trovare qualcuno col fetish delle scarpe da ginnastica, delle chiusure lampo o dei pannoloni di plastica, cose che sono state inventate soltanto nel 20mo secolo. Perciò è sensato pensare che ci siano sempre stati dei feticismi, ma che i feticci in sé cambino con i tempi. Al giorno d’oggi ho dato interviste su praticamente tutto, dal fetish per lo “stuffing” (mangiare per guadagnare moltissimo peso) a quello per le scarpe da ginnastica malridotte, a quello per la lana.

E questo mi porta alle scienze sessuali, che suggeriscono come gli impulsi feticisti siano largamente universali e possano persino avere una radice genetica . Ho trattato alcuni dei più interessanti studi scientifici in “Different Loving Too”. Oggi abbiamo molti più studi che suggeriscono che cose come il bdsm ed il feticismo possano essere parte della costituzione genetica generale di un individuo. Basandosi su queste ricerche non è del tutto azzardato considerare il feticismo come parte integrante dell’impulso sessuale umano.

Poi, dobbiamo rivolgerci alla cultura per capire come mai così tante persone sembrano coinvolte oggi rispetto al passato. Per questo possiamo ringraziare Internet, che ha rivoluzionato la nostra comprensione di quel che la gente fa (sulla base del tipo di porno che apprezzano, i siti che visitano, e la richiesta continuamente crescente di materiale feticista specializzato). Internet ha aiutato le persone che avrebbero tenuto nascosto il proprio fetish per vergogna a capire che c’erano altre persone come loro, impegnate in feticismi innocui. Ha trasformato universalmente la possibilità di una felicità personale, dato che sempre più feticisti stanno uscendo dall’ombra ed abbracciando i loro reali desideri. Stringono relazioni on line, trovano amichevoli gruppi di supporto, e si sentono sicuri nell’espressione dei loro bisogni segreti.

Quando metti assieme la scienza che ci dimostra che questi sono bisogni del tutto naturali, ed i cambiamenti sociali portati da Internet, che ci dimostrano che milioni di persone apprezzano qualche forma di sesso alternativo nelle loro vite sessuali, il risultato è il nostro nuovo meraviglioso mondo, dove i feticisti posso finalmente uscire dai loro nascondigli e godersi quel che li eccita di più. Dunque è per questo che sembra che ci siano più feticisti – è semplicemente che sempre più gente si sente tranquilla nell’estrinsecare la sua sessualità segreta.

3. Lei sostiene che ci sono degli studi che mostrano come il BDSM possa rafforzare i rapporti di coppia. Come possono il bondage e lo spanking rendere le cose migliori?

Tra gli studi citati in Different Loving Too ce ne sono alcuni affascinanti che hanno studiato i BDSMers per scoprire se essi fossero emotivamente stabili come gli altri. I ricercatori hanno scoperto che i BDSMers sono leggermente più psicologicamente stabili degli altri! I ricercatori suppongono che tutte quelle negoziazioni e le dinamiche interpersonali ci aiutino a costruire identità più sane e un maggior senso di benessere psicologico.

Uno degli studi più affascinanti di cui sto parlando si concentra sul perché la gente possa godere del masochismo. La ricerca sul cervello ha prodotto un nuovo termine (“masochismo benigno”) per descrivere come il cervello riconosca certi tipi di dolore come accettabili e persino godibili, fintantoché  il cervello stesso ritiene anche che l’attività non sia realmente pericolosa. Il miglior esempio sono le persone che amano mangiare i peperoncini più piccanti che possono trovare, e non si preoccupano del bruciore e del sudore come le altre persone. Per loro i peperoni piccanti sono una fonte di piacere. I ricercatori sospettano che questo sia un gran passo avanti nel rendere conto anche del masochismo: sopportare intense sensazioni erotiche che tu sai essere fondamentalmente sicure può essere un aspetto del “masochismo benigno”.

4. Come mai questo libro si concentra sulle relazioni BDSM? Cosa viene fuori dalle ricerche e dalle interviste?

Il volume originale “Different Loving” era focalizzato sul “Chi, Cosa, Come” del BDSM. Fu scritto in un epoca in cui c’erano veramente pochi studi obiettivi sul BDSM e noi eravamo impegnati nel correggere quella mancanza di informazioni affidabili e realmente approfondite. Ancora al tempo della pubblicazione, la comunità psichiatrica considerava ancora il BDSM un comportamento patologico e cercava di “curare” la gente dai feticci e dai desideri BDSM. Naturalmente fallirono miseramente, dato che l’identità sessuale non è una malattia nè una patologia.

Oggi sono passate due decadi da quando scrivemmo quel libro ed il mondo è molto differente. Il BDSM ed il fetish sono più facilmente trattati come varianti sessuali normali dai terapisti, la psichiatria ha cambiato i suoi standard sulle diagnosi BDSM (in realtà in Scandinavia il BDSM è stato completamente depatologizzato). E, come ho osservato prima, Internet ha giocato un ruolo critico nel provvedere sbocchi per la sessualità alternativa e nel rivelare quanto comuni siano questi desideri.

E’ quasi impossibile elencare tutti i cambiamenti sopravvenuti in questi 20 e più anni. Per esempio, era molto più facile nel 1991 stilare una lista dei feticci riconosciuti e dei tipi di gioco BDSM di quanto non sia oggi. Perché? In parte perché all’inizio degli anni ’90 avevamo solo una piccola cerchia di persone ( i membri delle piccole, nascoste comunità BDSM e fetish) da studiare. Nel 21mo secolo ci sono decine di milioni di adulti profondamente interessati a qualche tipo di feticismo o di attività correlata al BDSM, fosse anche solo per “condire” una relazione altrimenti convenzionale.

Con così tanta gente attivamente impegnata ci sono quasi altrettanti modi differenti di praticare e centinaia di fetish di cui non sapevamo nulla 25 anni fa. Per di più, ci sono oggi feticisti che non hanno nulla a che fare col BDSM, ma che sono nondimeno  feticisti. Non si può essere esaurienti a proposito di feticismo senza considerare interessi come i Furries1, il Cosplay2, il feticismo per gli anziani o per la lana – e tuttavia nessuno di questi rientra in un testo sul BDSM di per sé. Di questa separazione parlo in un altro libro “Sex for Grown-Up”, dove ho proposto di creare una nuova categoria, non BDSM, per questi fetish.

Piuttosto abbiamo pensato che il modo migliore  di render conto del BDSM del 21mo secolo fosse quello di chiedere ai nostri intervistati di raccontarci le loro storie di vita. Abbiamo re-intervistato 19 degli intervistati originali e lasciato che fossero le loro storie a raccontare gli straordinari cambiamenti cui abbiamo assistito nel mondo del BDSM/fetish. Il nostro intervistato più anziano aveva 85 anni e così tanta saggezza da trasmettere! Poi abbiamo contattato le odierne comunità per raccogliere i pensieri ed i sentimenti dei lifestyler contemporanei ed intervistato più di 200 praticanti attivi – gay, etero, lesbiche e trans – sui loro atteggiamenti ed il loro percorso personale nel mondo BDSM. Infine , ho aggiunto 11 interviste ai più rispettati leader ed educatori contemporanei per avere il loro punto di vista su come le relazioni e le vite BDSM funzionino.

Questa volta ci siamo concentrati su una domanda che non aveva mai ricevuto risposta prima: se i BDSMers possano costruire relazioni personali durature, felici e riuscite. E la risposta è stata un sonoro SI! Per me è stata una questione personale, dato che sono sposata da 27 anni ad un altro BDSMer, William Brame, mio marito e collaboratore in entrambi i volumi “Different Loving”. Ho scritto qualcosa a proposito della nostra specifica esperienza, questa volta, specialmente riguardo ai nostri inizi, quando la gente ci diceva che una relazione BDSM non poteva essere sana!

Come chiunque altro (intendendo le coppie più convenzionali e conservatrici),  BDSMers e feticisti hanno i loro alti ed i loro bassi, il loro successi ed i loro fallimenti. Ma quello che è più interessante nella ricerca sul BDSM/fetish svolta in Different Loving Too è che siamo stati in grado di fornire una visione profonda (20 e più anni) sul modo in cui  si possono costruire relazioni BDSM amorevoli e consensuali capaci di durare per sempre. Siamo stati in grado di dimostrare, attraverso interviste, ricerche e potenti testimonianze di persone che hanno vissuto questo stile di vita per più di venti anni, che i nostri legami sono potenti, salutari e amorevoli quanto qualunque altro – e forse persino più forti.

@copyright Dr. Gloria Brame, 2016

 

Note

1. Il furry fandom è un fandom incentrato su immaginari personaggi animali antropomorfi con personalità e caratteristiche umane.[1] L'antropomorfismo trattato al furry (lett. "peloso") generalmente include l'attribuzione al soggetto di intelligenza umana, espressioni facciali, anatomia generale, capacità di parlare, bipedalismo, vestiti, e altri attributi tipicamente umani.

2. Cosplay è una parola macedonia formata dalla fusione della parole inglesi "costume" (costume) e "play" (gioco o interpretazione) che indica la pratica di indossare un costume che rappresenti un personaggio riconoscibile in un determinato ambito e interpretarne il modo di agire.

 



Link:

Embed HTML:


Tutti i diritti riservati - LEGAMI.ORG - Regolamento