Nick:  Password:  Ricordami: Cookies non abilitati!    Ricorda Password  REGISTRATI
Home   
BDSM   
News   
Novità   

ConCorsetto   
Gallery   
Forum   
Taccuini   
Puntine   

L'Esperto   
Pervipedia   
Interviste   
Articoli   
Poesie   
Racconti   

Regioni   
Eventi&Feste   
Inserzioni   

Sondaggi   
Links   

Help e FAQ   



Rapporti orali
Risponde: Medico
17/12/2015

Domanda
Si possono contrarre malattie veneree o/e infezioni da rapporti orali non protetti, sapendo che, probabilmente, lui ha avuto in precedenza rapporti anali non protetti? Grazie

Risposta
Sì, è un'eventualità possibile.
Ma perché ciò accada "lui", anche se in forma silente quindi priva di sintomi, deve aver contratta in primis la malattia sessualmente trasmissibile.
URL:    EMBED:



Infarto e dolore.
Risponde: Medico
10/12/2015

Domanda
La persona ha avuto gia' 3 infarti e ha 60 anni.
La situazione clinica generale e' buona, ma mi chiedo, che correlazione c'e' tra il dolore e l'infarto. C'e'? A cosa si deve stare attenti in questi casi?

Risposta
Non conosco l'esistenza, ammesso ci sia, tra dolore estremo o cmq di grado elevato e l'infarto. Quello che percepisco dalla sua domanda è che la persona in questione, per quanto ad oggi goda di buona salute, è cmq un soggetto a rischio infarto, quindi già di default un soggetto più "fragile" del resto della popolazione. Personalmente farei molta attenzione ad ogni tipo di stimolo di gioco, doloroso o meno che sia, dato che lo stress in generale (comprese le emozioni forti) potrebbero innescare un'angina o peggio.
URL:    EMBED:



Sesso addio ?
Risponde: Medico
05/11/2015

Domanda
A circa un anno dalla radioterapia prostatica avevo ancora erezione ed emissione di sperma, anche se in modo modesto. Un mese fa ho dovuto farmi circoncidere per fimosi. Dopo un mese di totale inattività, scopro che non si rizza più. A gran fatica ho ottenuto una sparuta eiaculazione. Non credo si possa imputare nulla alla circoncisione, piuttosto forse è l'età (70), l'andropausa (ho perso negli ultimi mesi tantissima forza muscolare un po' dappertutto), l'essere fumatore... I testicoli sono anch'essi inflacciditi, come allungati e mi domando se non valga la pena farmeli levare, anche considerando che tanto, lo si faceva in passato proprio per non incentivare con gli ormoni il tumore. Per come sono io, levarmeli non sarebbe un dramma, al contrario. Il problema è che a quanto pare insieme a loro se ne andrebbero definitivamente non solo erezione ed eiaculazione ma lo stesso appetito sessuale. O sbaglio ?

Risposta
Chiaramente tutti i fattori da lei elencati (età, fumo, malattie importanti come un tumore prostatico, magari anche la comorbilità di altre patologie che non ha menzionato) sono sicuramente concausa della sua mancanza di erezione e di eiaculazione. Vero è anche che il tumore di cui ha sofferto lei è fortemente legato agli ormoni sessuali (nello specifico agli androgeni) e che una delle tante terapie efficaci in merito sia la castrazione (farmacologica o chirurgica) quindi la sua eventuale scelta di rimozione completa dei testicoli non sarebbe errata (ovviamente a mio avviso un po' estrema se non gli è stata suggerita da nessuno specialista quindi forse non necessaria). Ed è in ultimo corretto che la sua libido sessuale potrebbe diminuire con questo tipo di intervento, ma in considerazione del fatto che dipende anche da altri ormoni, valuterei, magari con esami ematici completi, il suo attuale stato di salute. Tra l'altro per problemi di erezione dovuti a trattamenti per il tumore alla prostata ci sono diverse soluzioni farmacologiche e potrebbe parlare delle stesse con il suo medico di base, per cercare di trovare una soluzione.
URL:    EMBED:



Ragade ed emorroidi di IV grado
Risponde: Medico
29/10/2015

Domanda
Buongiorno, intanto volevo ringraziare gli esperti, mi sto leggendo poco a poco tutti i quesiti ed é davvero molto istruttivo. Ho letto in una risposta che lacerazioni che si ripetono nel tempo nello stesso posto possono causare carcinomi. Io soffro di Ragadi ed emorroidi di IV grado da circa 10 anni. Negli ultimi tre anni perdo sangue almeno una volta al mese con qualche rara pausa. Ho paura ad operarmi e ormai convivo con questo handicap. Secondo lei questa reiterata infiammazione della zona puó portare ad un tumore?

Risposta
Sicuramente il reiterato insulto di una zona, sopratutto se questo determina un continuo ricambio cellulare come può essere una ferita che mal si rimargina (perché una ragade questo è), aumenta il rischio di displasia e quindi di una possibile neoplasia. Detto questo per far si che ciò avvenga (e nella popolazione generale parliamo di percentuali molto basse in assenza di ulteriori fattori di rischio) devono essere presenti anche altri due fattori predisponenti, il primo è una suscettibilità individuale nota anche come famigliarità allo sviluppo di tumori, difficile da determinare a tavolino sopratutto non conoscendo la sua anamnesi famigliare e la sua condizione di salute generale, e la seconda è un fattore temporale, ovvero sono cose che si sviluppano nel tempo a distanza di decenni, quindi potrei direi che il salto da ragade a tumore non è così immediato ne tanto meno così semplice ed ovvio.
Per quello che invece riguarda le emorroidi sopratutto se di IV grado credo che l'intervento sia inderogabile e non tanto per il rischio di un tumore ma per il rischio di trombosi che oltre a procurarle un'operazione in emergenza/urgenza, potrebbe accompagnarsi ad un notevolissimo dolore.
URL:    EMBED:



Possibili complicazioni, da legature ai genitali maschili, dopo anni
Risponde: Medico
15/10/2015

Domanda
Salve, sono una trav e almeno in passato, diversi anni fa, mi sono divertita parecchio con corde e legature per il self-bondage. Facevo qualcosa di simile a quello che poi ho scoperto chiamarsi shibari. In effetti spesso in queste legature piuttosto forti e mantenute per un tempo imprecisato, coinvolgevo anche i genitali. Mi ricordo che sciogliendole notavo, com'è ovvio, dei notevoli arrossamenti ai genitali e forse anche delle ombre nerastre, ma non ne sono sicura... Siccome è solo molto tempo dopo che mi sono adeguatamente informata sull'argomento, anche grazie al sito, vorrei porle questo quesito: se ci fosse stata una qualsiasi necrosi dei tessuti x tensioni eccessive delle corde, avrei dovuto accorgermi presto o tardi delle complicazioni estetiche e funzionali (es. problemi di erezione o altro) delle parti interessate oppure una necrosi dei tessuti col tempo passa inosservata e può anche non dare problemi evidenti? In altre parole a distanza circa 20 anni potrei ancora risentire di eventuali complicazioni, se in apparenza, salvo il forte stress locale di allora, non è mai emerso niente? Grazie

Risposta
A meno che il suo dubbio non derivi da segni e/o sintomi specifici che ha notato in questo ultimo periodo, mi sentirei di escludere quasi con certezza assoluta una simile evenienza.
E' chiaro che poterla visitare accuratamente sarebbe di grande utilità ma da come ne parla sarei molto serena nell'affermare quanto sopra.
URL:    EMBED:





Visualizzazione da 136 a 140 di 440 risposte.
Prima pagina Pagina precedente 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79  80  81  82  83  84  85  86  87  88  Pagina successiva  Ultima pagina






Tutti i diritti riservati - LEGAMI.ORG - Regolamento