Nick:  Password:  Ricordami: Cookies non abilitati!    Ricorda Password  REGISTRATI
Home   
BDSM   
News   
Novità   

ConCorsetto   
Gallery   
Forum   
Taccuini   
Puntine   

L'Esperto   
Pervipedia   
Interviste   
Articoli   
Poesie   
Racconti   

Regioni   
Eventi&Feste   
Inserzioni   

Sondaggi   
Links   

Help e FAQ   



Giocare con le spezie
Risponde: Medico
06/06/2013

Domanda
Ultimamente mi è venuto in mente di provare un tipo di tortura più mirata. L'idea consisterebbe nel versare una goccia di tabasco sul clitoride stimolato della ragazza, continuando la stimolazione in svariati modi che non perdo tempo nel descrivere. Semplice a dirsi, ma tutto sommato, non sono un esperto di medicina o che, quindi chiedo alla community di illuminarmi sui possibili rischi e su quanti danni io possa arrecare, giacché non ho la minima voglia di rovinar qualcosa, che mi potrebbe donar piacere, in modo irreparabile.

Ringrazio in anticipo per la risposta.

Risposta
Eviterei questa pratica: la stimolazione meccanica unita a quella "chimica" del tabasco su strutture e mucose come quelle genitali (es clitoride) potrebbero causare gravi infiammazioni.


URL:    EMBED:



aneurisma
Risponde: Medico
06/06/2013

Domanda
Sono stata operata di aneurisma "a cielo aperto", arteria media di sn, lobo dominante, le chiedo dopo quanto tempo posso riprendere il mio ruolo di slave. Il Mio Padrone è meraviglioso, stupendo, mi è stato accanto tantissimo!!! Sempre!!! Lo so che non è una domanda comune la mia, ma vi prego, aiutatemi! Come avete fatto tempo fa'. Avevo già chiesto un vostro consiglio sul mio aneurisma.
Grazie per la risposta.

Risposta
Dopo un intervento per aneurismi cerebrali è necessario un ottimale controllo della pressione arteriosa.
Se la pressione anche da sforzo è ben controllata, puoi riprendere la tua attività in buona sicurezza.
URL:    EMBED:



Conseguenze cintura di castità
Risponde: Medico
06/06/2013

Domanda
Salve Dottore, ho letto in alcuni forum in internet che l'uso regolare di una cintura di castità (seppure togliendola temporaneamente per masturbazioni ed igiene di routine) può portare ad una riduzione delle dimensioni del pene.
E' possibile che un fatto del genere possa verificarsi?
Esistono altre possibili controindicazioni o comunque altri tipi di conseguenze a livello fisico che possano derivare dall'indossare una cintura di castità?
Il materiale o la forma della cintura (plastica, silicone, metallo - integrale o non) possono influire in qualche modo in questo senso?

Risposta
Circa la riduzione delle dimensioni del pene, lo escludo.
Oltre a problemi di natura igienica, che hai già ben inquadrato, mi pare, considererei la possibilità di diventare allergici ("sensibilizzarsi" in termini specifici) al metallo (allergia al nichel per esempio).
Un problema potrebbe essere quello che la cintura si blocchi.
URL:    EMBED:



Fisting vaginale
Risponde: Medico
06/06/2013

Domanda
Dottore la mia domanda è semplice e servirebbe la risposta per togliere qualche dubbio e soprattutto per capire quali rischi si corrono subendo un fisting vaginale. C'è la convinzione che la vagina sia l'organo elastico per eccellenza e che la conformazione fisica sia identica in tutte le donne, tanti pensano che dove passa una testa possa passare qualsiasi altro oggetto. La domande sono le seguenti:
può subire un fisting qualsiasi donna senza rischio alcuno?
Quali sono gli accorgimenti da prendere e le precauzioni da rispettare perchè si possa essere tranquilli di nn subire/provocare danni?
Esistono conformazioni fisiche tali da rendere impossibile un fisting vaginale? La ringrazio per la risposta.

Risposta
I genitali femminili sono diversi da donna a donna
E' vero che la vagina -essendo un organo muscolare- è estremamente elastica che fa passare "comodamente" un neonato, ma a ciò si arriva dopo molti mesi di adattamenti ormonali.
Un fisting può potenzialmente lacerare la parete vaginale con conseguenze immaginabili.

Accorgimenti / precauzioni sono sostanzialmente:

1. igiene scrupolosa

2. lubrificazione ottimale

3. progressione dell' inserimento

4. cautela estrema se la slave ha subito una episiotomia postparto (taglio e sutura della zona perineale)
URL:    EMBED:



Iniezioni saline al seno
Risponde: Medico
30/05/2013

Domanda
Salve,vorrei praticare le infusioni da tempo, ma per mancanza di conoscenza dettagliata dell'argomento finora non l'ho fatto. E' ora però giunto il momento di fugare i miei dubbi e quindi vi chiedo: oltre alle normali precauzioni igienico sanitarie del caso (guanti, tubi per flebo ed aghi tutto monouso, soluzione salina chiusa comprata in farmacia, etc etc) di quali accorgimenti devo tenere conto? Zone da evitare?
Inclinazione dell'ago? A che profondità è meglio inserire l'ago? Quantità iniettabile per singolo buco? Meglio flebo o siringhe? Io sarei portato per una sola infusione con la flebo per caduta. Ha controindicazioni o è meglio procedere su più punti? Quali rischi si corrono con questa pratica? E qualsiasi altro accorgimento da non tralasciare che non ho menzionato o considerato. Scusate la serie infinita di domande ma vorrei praticarlo senza avere dubbi o perplessità.
Grazie mille.


Risposta
In parte ne abbiamo già parlato.

Fermo restando l' assoluta attenzione alla sterilità, rispondo succintamente ad ogni punto di domanda.

1. eviterei i capezzoli e le areole mammarie

2. l' ago va inclinato a circa 20-30° (non più di 45°)

3. non superare 1,5 cm di profondità

4. per ogni singola iniezione non vi è -in via di massima- un dosaggio massimo; bisogna però considerare che poi -lentamente- la soluzione iniettata viene riassorbita e quindi "quella" quantità di liquido passa nel sangue ed eliminata con le urine. Ciò potrebbe causare un sovraccarico (detto appunto "di volume") al cuore che -se non sano- può causare dei disturbi potenzialmente pericolosi. Per max sicurezza non supererei i 500 cc di infusione

5. la modalità di infusione è indifferente

6. la controindicazione è una malattia cardiaca, sopratutto se a questa è correlata una mancanza di fiato o una ridotta tolleranza allo sforzo (vedi sopra)

7. più iniezioni od una sola non dovrebbe fare cambiare il massimo volume infuso, quindi è indifferente; aumenta il teorico rischio di infezione legato alla puntura con più iniezioni

8. rischi: infezioni, cardiopatia (vedi sopra)
URL:    EMBED:





Visualizzazione da 256 a 260 di 440 risposte.
Prima pagina Pagina precedente 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79  80  81  82  83  84  85  86  87  88  Pagina successiva  Ultima pagina






Tutti i diritti riservati - LEGAMI.ORG - Regolamento