Nick:  Password:  Ricordami: Cookies non abilitati!    Ricorda Password  REGISTRATI
Home   
BDSM   
News   
Novità   

ConCorsetto   
Gallery   
Forum   
Taccuini   
Puntine   

L'Esperto   
Pervipedia   
Interviste   
Articoli   
Poesie   
Racconti   

Regioni   
Eventi&Feste   
Inserzioni   

Sondaggio in corso!  Sondaggi   
Links   

Help e FAQ   



CBT DANNI
Risponde: Medico
11/02/2011

Domanda
Vorrei sapere gentilmente se praticando cbt, legando genitali e pene, si può incontrare qualche tipo di danno a livello riproduttivo.



Risposta
La riduzione dell'afflusso di sangue ad un organo delicato come il testicolo può causare la perdita della fertilità.

Quindi si ai giochi di legatura ma sempre e solo sotto il controllo accurato dell'entità e della durata, se la pelle diventa cianotica e fredda già c'è una riduzione dell'afflusso e quindi un pericolo.
Non mi stancherò mai di ripetere che causare la perdita della capacità riproduttiva è considerato dalla legge lesione gravissima perseguito d'ufficio e che non decade neppure davanti alla consensualità della "vittima".

Per quanto riguarda il pene è un organo molto più resistente di quanto normalmente si pensi, quindi si può giocare a legarlo basta attenersi a normali regole di buon senso.
URL:    EMBED:



Elasticità anale e vaginale
Risponde: Medico
11/02/2011

Domanda
Io e la mia compagna-schiava vorremmo sapere se l'inserimento anale o vaginale di un fallo per un tempo lungo (per esempio una notte intera o forse più) possa creare dei problemi.
Non sto parlando di forti dilatazioni ma di presenze commisurate alle sue usuali dimensioni interne.

Lei dice che specialmente nel caso di inserimento anale si potrebbe verificare un prolasso permanente.

Eventualmente l'utilizzo di un fallo di gomma o uno di plastica dura può creare differenze di reazione delle parti interessate?
Io credo che l'elasticita degli sfinteri conpensi velocemente la forzata e lunga dilatazione specialmente utilizzando falli di gomma che permettono una, seppur piccola, contrazione muscolare. Siamo di mezza età.

Risposta
Il problema non è relativo alla elasticità degli sfinteri.
Possiamo sopportare un oggetto infilato nel retto al massimo per due - tre ore, tempo nel quale viene assorbito qualunque lubrificante, cosa che comporta una irritazione delle mucose del retto (per l'attrito).
L'irritazione, la formazione di minuscole ferite da sfregamento e l'infiammazione sottostante possone essere anche molto pericolose, ricordiamo che l'infiammazione continua è una delle cause di patologie anche severe (come la trasformazione di una mucosa normale in una pre cancerogena o più).
Per quanto riguarda la mucosa vaginale, questa è un pò più protetta dallo sfregamento per la normale lubrificazione, che però non può durare, copiosa, per diverse ore, ed inoltre in questa regione è facile causare una cistite favorita dalla presenza dell'oggetto stesso ed anche dalla alterazione della flora batterica per l'uso prolungato di lubrificanti.
IL rischio di una infezione c'è sempre, a meno che gli strumenti non vengano sterilizzati ad ogni uso (prima e dopo) oppure protetti da un preservativo.
URL:    EMBED:



TPSV e bdsm
Risponde: Cardiologo
10/02/2011

Domanda
Salve, ho avuto episodi di TPSV, in totale 5, 3 con grandi distanze di tempo l'uno dall'altro e due a un anno di distanza.
Non ho ancora ben capito cosa causa la TPSV, e nel mio caso specifico nemmeno i medici (esami tutti perfetti, holter, sforzo, ecocardio, tiroidei, valvole, perfetti anche durante "l'attacco"...); può un rapporto BDSM creare problemi?
Nel mio caso per il momento hanno ipotizzato possa essere una "fibra accessoria", gli attacchi mi sono capitati sia a riposo che durante sforzo.
Posso prestarmi a servire senza correre rischi oppure potrebbe un rapporto BDSM provocarmi un episodio?

Risposta
Dunque, andiamo con ordine:
1. TPSV: Tachicardia Parossistica SopraVentricolare.
2. si tratta di una aritmia in cui nell' atrio (parte del cuore) parte una raffica di impulsi che fanno accelerare il battito.
3. nella stragrande maggioranza dei casi la TPSV si accompagna ad esami di controllo normali.
4. è possibile che sia causata da una via "accessoria" ovvero una sorta di scorciatoia che fa accelerare il cuore; in questo caso dovresti eseguire uno "studio elettrofisiologico" o dall' esofago o intracavitario (un catetere dentro il cuore)
5. visto che gli attacchi sono così rari, non farei nulla (nè altri accertamenti e neanche terapia). Ti chiederei al max se hai mai bruciori di stomaco in quanto spesso una gastrite può scatenare questo tipo di aritmia.... in questo caso curare lo stomaco cura anche il cuore.
6. secondo me puoi fare BDSM con un rischio minimo direi trascurabile, con la consapevolezza che la TPSV non è mai mortale.
URL:    EMBED:



Dichiarazione di consensualità preventiva (Violenza consensuale)
Risponde: Avvocato
10/02/2011

Domanda
Il BDSM si basa sulla consensualità, ma sono sempre e solo consensi verbali. Sappiamo benissimo di rapporti di appartenenza finiti in maniera burrascosa, nel segno del tradimento, di sogni infranti, rinfacciando all'ex Master ogni azione prima accettata.

E se la slave decidesse di vendicarsi con una denuncia per violenze? Usando come prova foto, scritti e quanto in suo possesso?
Dopo aver visto storie di "amore eterno" finire in guerre all'ultimo sangue non sarebbe meglio che il Master si cautelasse con una dichiarazione di consensualità?
E' possibile e se sì, come?
Grazie

Risposta
Chiariamo subito che una dichiarazione di violenza consensuale non avrebbe nel nostro diritto alcun valore giuridico, costituirebbe un atto nullo e contra legem.

Vale forse più la pena soffermarsi un attimo sulle prove che verrebbero allegate ad una eventuale denuncia, e dunque foto che mostrino lesioni guaribili in più di 20 giorni e che siano inequivocabilmente riferibili ad un soggetto; scritti che costituiscano una "confessione", o cosa?

Suggerirei in tal senso non solo una forma severa di responsabilità ma anche un minimo di buon senso, insomma un' attività di prevenzione.
URL:    EMBED:



HIV rischio di contagio
Risponde: Medico
03/02/2011

Domanda
Se faccio sesso con due transessuali senza preservativo, rischio di prendere l'aids?

Risposta
L'infezione da HIV o AIDS necessita di un periodo (detto periodo finestra) che va da tre mesi ad un anno affinchè il nostro corpo produca un numero di anticorpi sufficiente da poter essere rilevato con un'analisi del sangue, quindi chiunque abbia rapporti non protetti potrebbe essere venuto a contatto, nei tre mesi precedenti (o un anno) con il virus, e non saperlo.
Questo a prescindere dal sesso del/lla/i partner, ovviamente maggiore è il numero di partner in rapporti non protetti, maggiore è il rischio che si corre.
Il mio consiglio quindi è quello di usare sempre il profilattico.
URL:    EMBED:





Visualizzazione da 591 a 595 di 656 risposte.
Prima pagina Pagina precedente 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79  80  81  82  83  84  85  86  87  88  89  90  91  92  93  94  95  96  97  98  99  100  101  102  103  104  105  106  107  108  109  110  111  112  113  114  115  116  117  118  119  120  121  122  123  124  125  126  127  128  129  130  131  132  Pagina successiva  Ultima pagina






Tutti i diritti riservati - LEGAMI.ORG - Regolamento