Nick:  Password:  Ricordami: Cookies non abilitati!    Ricorda Password  REGISTRATI
Home   
BDSM   
News   
Novità   

ConCorsetto   
Gallery   
Forum   
Taccuini   
Puntine   

L'Esperto   
Pervipedia   
Interviste   
Articoli   
Poesie   
Racconti   

Regioni   
Eventi&Feste   
Inserzioni   

Sondaggio in corso!  Sondaggi   
Links   

Help e FAQ   



Massaggio prostatico
Risponde: Medico
04/06/2015

Domanda
Salve,
Uno: vorrei sapere se esistono controindicazioni o pericoli al massaggio prostatico.
Due: il fatto che non provochi eiaculazione è normale o si sbaglia qualcosa?
Grazie

Risposta
Non esistono grossi limiti al massaggio prostatico in termini di frequenza e di tempistiche sul l'esecuzione dello stesso, ovviamente parliamo sempre in condizioni di normalità, quindi se non sussiste una condizione di iperplasia prostatica o presenza di adenomi potete stare tranquilli.
In considerazione del fatto che il massaggio è paragonabile ad una "spremitura della prostata" (nello specifico è come se la si pigiasse per far uscire il succo prostatico e quindi lo sperma) la mancanza dell'eiaculazione è da attribuirsi ad una errata tecnica dello stesso.
URL:    EMBED:



Domanda legale su apertura locale.
Risponde: Avvocato
04/06/2015

Domanda
Salve , da un pò di tempo ho l'idea di aprire insieme ad una amica Mistress ( io sono un Master) un locale a tema.
Ho letto le varie risposte, ma ( chiaramente) non sono esaustive nello specifico.

So che tramite statuto ( la connotazione sarebbe di associazione) si può fare di tutto, ma specificatamente come si può ottebere una sorta di liberatoria ( al di la delle attrezzature certificate) o di coinvolgimento del locale stesso in caso di danni a persone?
Inoltre esiste legalmente una formula di associazone che permetta l'uso di pratiche BDSM che non sia considerata schiavitù?
Grazie in anticipo per la risposta.

Risposta
Salve, in parte lei ha già la risposta: occorre costituire una associazione che in statuto e regolamento specifichi nel modo più dettagliato possibile lo scopo associativo e le modalità di esercizio.
Occorre precisare che l'associazione risponde della sicurezza anche sanitaria delle attrezzature messe a disposizione dei soci, ma non dei singoli comportamenti, purchè non contravvengano alla legge e siano consensuali e condivisi.
Ciò detto, suggerisco una polizza assicurativa molto seria!
URL:    EMBED:



Tutele
Risponde: Avvocato
04/06/2015

Domanda
A seguito di alcuni avvenimenti accaduti a persone care mi chiedevo se la gestione può tutelare in qualche modo persone che a seguito di dissapori di varia origine utilizzano il sito per esercitare pressioni sulla vita privata di altri membri della comunità e nel caso in cui l'intervento della moderazione non sia sufficiente a scoraggiare comportamenti scorretti come si può procedere per vie legali senza arrecare danni alla community e ai membri che in modo corretto e rispettoso la frequentano.

Risposta
Dunque, vediamo di focalizzare le situazioni.

1) tutela da parte della gestione su ingerenze nella vita privata da parte di alcuni utenti su altri attraverso il sito.
Lei ha a sua disposizione la black list e la segnalazione allo staff. Può altresì cambiare il suo nick, sempre che il molestatore non sia in possesso di suoi dati personali (anche un cel e/o una mail possono essere cambiati)

Se lo staff ritiene fondate le segnalazioni,a seconda della gravità, banna l'utente o in casi estremi può segnalare il caso alla polizia postale.

2) come vede, il ricorso alle vie legali presuppone una conoscenza di dati che prescindono dal sito, e comporta una denuncia penale per molestie, minacce o stalking, documentata. Insomma occorre esporsi...

Spero di esser stata utile con i pochi elementi in mio possesso.
URL:    EMBED:



Ricatti
Risponde: Avvocato
04/06/2015

Domanda
Salve vorrei conoscere qual è la prassi civile giuridica da seguire nel caso di una persona che viene esposta a ricatto, quali sono le prove da portare considerate valide e quali le strade da perseguire in campo civile e penale per tutelarsi in caso di bisogno.

Risposta
La domanda è un po' vaga, soprattutto quanto al risultato che si intende raggiungere. Diciamo dunque che chi è soggetto a ricatto (inteso come estorsione? come minaccia di utilizzo improprio di foto, documenti ecc..) può sporgere denuncia alle autorità competenti in sede penale; ovviamente occorre fornire prova dello stato di sudditanza e/o di costrizione.
Una volta ottenuto un provvedimento favorevole, si può avviare un'azione di risarcimento del danno in sede civile.
Se avessi più elementi, potrei essere di maggior aiuto.
Salve :-)
URL:    EMBED:



Per essere master prima si deve essere sub?
Risponde: Psicologo
28/05/2015

Domanda
Buon giorno, io credo che per essere un buon master si deve essere sub, perché si capirebbe meglio chi è sotto di noi, io credo che sto crescendo in questo percorso perché ho provato tutte e due i ruoli, poi facendo un test sul web è uscito fuori che sono switch e credo di esserlo, anche se è un bel po' che mi eccita tanto il ruolo del sub, forse perché nella vita sono un dominante... lei cosa mi consiglia?

Risposta
Salve, le consiglio di assecondare di volta in volta il ruolo che in quel momento sente maggiormente idoneo.
URL:    EMBED:





Visualizzazione da 256 a 260 di 656 risposte.
Prima pagina Pagina precedente 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79  80  81  82  83  84  85  86  87  88  89  90  91  92  93  94  95  96  97  98  99  100  101  102  103  104  105  106  107  108  109  110  111  112  113  114  115  116  117  118  119  120  121  122  123  124  125  126  127  128  129  130  131  132  Pagina successiva  Ultima pagina






Tutti i diritti riservati - LEGAMI.ORG - Regolamento