Nick:  Password:  Ricordami: Cookies non abilitati!    Ricorda Password  REGISTRATI
Home   
BDSM   
News   
Novità   

ConCorsetto   
Gallery   
Forum   
Taccuini   
Puntine   

L'Esperto   
Pervipedia   
Interviste   
Articoli   
Poesie   
Racconti   

Regioni   
Eventi&Feste   
Inserzioni   

Sondaggio in corso!  Sondaggi   
Links   

Help e FAQ   



Utilizzo del plug
Risponde: Medico
06/01/2011

Domanda
Nei giochi di ruolo l'inserimento nell'ano di un plug di medie dimensioni per quanto tempo può essere "tenuto in posizione" (durante il cammino, seduti ecc...) senza che questo possa comportare irritazione all'ampolla o alle "pareti" del colon retto? Grazie.

Risposta
La resitenza al plug dipende da persona a persona, è chiaro che, se si sente una sensazione di bruciore un pò più accentuata, la mucosa sta reagendo con una infiammazione alla presenza di un corpo estraneo, quindi è meglio interrompere.
URL:    EMBED:



Clamps per capezzoli
Risponde: Medico
06/01/2011

Domanda
L'uso prolungato dei nipple-clamp desensibilizza i capezzoli?

Risposta
L'uso di qualsiasi cosa, se troppo prolungato nel tempo, desensibilizza l'organo.
Inoltre non è consigliabile mantenere il capezzolo, organo intensamente vascolarizzato, compresso per più di 15 minuti, pena la possibilità di causare una necrosi del tessuto erettile di cui è composto.
URL:    EMBED:



Sicurezza nel sesso orale
Risponde: Medico
06/01/2011

Domanda
Ho letto la risposta sui rischi dell'ingoiare sperma o secrezioni vaginali.
In una rivista avevo letto che il rischio di contagio, in questi casi, si può avere solo se chi ingoia ha delle ferite nella bocca (tipo dovute anche a cure dentistiche) o nello stomaco o intestino (tipo piccole ulcere) ma in altri casi non ci si dovrebbe preoccupare di nulla.
E' vero?
In ogni caso, mentre per il caso della fellatio va bene il preservativo come profilassi, nel caso del cunnilingus quale forma di profilassi si può adottare?

Risposta
Putroppo non puoi sapere alla perfezione se hai microlesioni o ulcerazioni del primo tratto dell'apparato digerente.

Finora non c'era nessuna protezione, ma pare sia stato prodotto una sorta di "condom femminile" che arriva fino a coprire anche le piccole e grandi labbra e la zona clitoridea, forse (ma solo se usato in modo corretto)questo potrebbe essere l'unica reale protezione nella pratica del cunnlingus.
URL:    EMBED:



Sterilizzazione degli attrezzi
Risponde: Medico
30/12/2010

Domanda
Buongiorno, mi domandavo come poter rendere sicuri gli attrezzi (tipo falli di gomma, plug in...) quando devono passare da uno schiavo all'altro.
Esistono metodi e/o apparecchi casalinghi per una sicura sterilizzazione? Io invito gli schiavi a portare i propri attrezzi, ma per chi ne è sprovvisto come fare per prevenire le diverse infezioni?

Risposta
Il dildo può essere lavato sia con acqua e sapone per l'igiene intima che con diversi disinfettanti, quelli costruiti con materiali che lo consentono possono essere disinfettati anche in acqua e varechina, ben risciacquati ed asciugati.

Consiglio di usare lo stesso dildo sempre solo per "intrusioni" vaginali ed un altro per quelle anali, a meno di non volerlo proteggere con un preservativo.

La stessa accortezza dovrebbe essere usata se si usa con persone diverse.
URL:    EMBED:



Lividi al seno
Risponde: Medico
30/12/2010

Domanda
Buongiorno, è da un pò che sento pareri differenti riguardanti i lividi al seno.
C'è chi sostiene che lividi e traumi al seno possono essere l'incipit di un tumore al seno. Altri invece sostengono che la cosa non è assolutamente correlata.
Posso avere spiegazioni e rassicurazioni in merito?
Grazie.

Risposta
Non c'è alcuna evidenza che i traumi possano causare il cancro della mammella, patologia correlata con gli ormoni (sia endogeni che esogeni), con le radiazioni e con la dieta (obesità e consumo di alcoolici).

In seguito a compressione unica prolungata nel tempo in un punto determinato si può invece causare una rara patologia chiamata "necrosi adiposa traumatica" che consiste nella saponificazione del grasso contenuto dall'adipocita, più che una vera e propria necrosi; successivamente si ha la liponecrosi e la formazione di un granuloma, che può andar incontro alla colliquazione cistica o alla formazione di un nodulo duro, che difficilmente si distingue da una formazione tumorale (ma non è un tumore), la diagnosi è bioptica.
URL:    EMBED:





Visualizzazione da 616 a 620 di 656 risposte.
Prima pagina Pagina precedente 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79  80  81  82  83  84  85  86  87  88  89  90  91  92  93  94  95  96  97  98  99  100  101  102  103  104  105  106  107  108  109  110  111  112  113  114  115  116  117  118  119  120  121  122  123  124  125  126  127  128  129  130  131  132  Pagina successiva  Ultima pagina






Tutti i diritti riservati - LEGAMI.ORG - Regolamento