Nick:  Password:  Ricordami: Cookies non abilitati!    Ricorda Password  REGISTRATI
Home   
BDSM   
News   
Novità   

ConCorsetto   
Gallery   
Forum   
Taccuini   
Puntine   

L'Esperto   
Pervipedia   
Interviste   
Articoli   
Poesie   
Racconti   

Regioni   
Eventi&Feste   
Inserzioni   

Sondaggi   
Links   

Help e FAQ   



UN MASTER Può ESSERE UN CUCKOLD?
Risponde: Psicologo
30/10/2014

Domanda
Ciao a tutti, sono nuova in questa realtà, volevo chiedere se è possibile che un Master sia un cuckold? Cioè se è comune che un Master provi soddisfazione nel vedere la propria schiava con altri uomini e decidere di possederla solo successivamente. Grazie

Risposta
Salve,
se è ciò che gli procura piacere....si è possibile.
URL:    EMBED:



Stalking
Risponde: Avvocato
27/10/2014

Domanda
Salve, continuo a ricevere i messaggi di un uomo che si definisce schiavo. L'ho visto un paio di volte volte molti anni fa in un contesto pubblico. Poi non l'ho più rivisto .

Dopo tanto tempo ha cominciato a scrivermi dei msg su Legami, ho risposto a qualche msg per scoraggiarlo. Ha continuato a scrivere ma non ho mai voluto incontrarlo.

Non so in che modo ha avuto accesso ad alcune mie informazioni personali e io mi sono sentita minacciata.

Non ne posso più, mi ha scritto ancora, io non rispondo da mesi ma mi sento sott'assedio. Non mi sento libera .

Chiedo un consiglio

Risposta
AVVERTENZA
Le domande per " l'esperto" arrivano in forma anonima e di conseguenza lo staff non è in grado di poter comunicare con chi ha posto la domanda. Ma in alcuni casi potrebbe essere necessario fornire direttamente all'iscritto che ha posto la domanda, ulteriori spiegazioni e/o informazioni, in questo caso è necessario scrivere direttamente a info@legami.org



L'azione per stalking sarebbe in teoria possibile: questa è la premessa.
Veniamo però ai passi da fare:
- lei non conosce nome ed indirizzo del soggetto
- se non ho mal compreso, lo scambio di pvt è avvenuto qui più che altro.
Quindi lei dovrà recarsi in Procura e dettagliatamente raccontare la vicenda a cominciare dal suo ruolo e il suo ambito;
La polizia postale indagherà a partire dal suo pc, per poi procurarsi qui lo storico e risalire alla persona;
Seguono indagini,interrogatori ed ove mai un giudizio in cui lei sarà quantomeno teste.
Peraltro è il caso di ricordare che in alcuni ambiti lavorativi ( non conosco il suo), in particolare laddove si sia in contatto con minori o in ambito sanitario, una situazione del genere può avere ripercussioni anche pesanti.
Non scrivo tutto questo per scoraggiarla, anzi credo che certi soggetti vadano puniti e resi responsabili delle proprie azioni, ma per evidenziare che, tutti noi che ci mettiamo la faccia, dobbiamo esser pronti, a volte purtroppo, ad esporci più di quanto si creda.
Io partirei con una chiara minaccia di denunciarlo...e magari potrebbe sentire lo sgommare delle ruote!
Se volesse approfondire, sono a sua disposizione.
URL:    EMBED:



Sub o dom? E curiosità sulle perversioni
Risponde: Psicologo
23/10/2014

Domanda
Salve! Scrivo a proposito di un dubbio che ho. Ho 21 anni, e non conoscevo per nulla il mondo bdsm, fin quando, l'anno scorso ho incontrato il mio attuale fidanzato, più grande di me di 9 anni che mi ha fatto entrare in questo mondo. Per non mettermi asia e pressione ci è andato molto piano. All' inizio mi comportavo da sottomessa, mi piaceva quello che facevamo, mi piaceva il dolore ed eseguire i suoi ordini anche al di fuori della vita sessuale. Finché una volta gli dissi che volevo provare qualcosa di nuovo e dominarlo. Così mi ha confessato che quello che piace a lui è proprio il ruolo di sottomesso. Da allora ci siamo orientati su quello e mi piace molto. Mi eccita la sua castità, immagino di farmi guardare da lui mentre faccio l'amore con qualcun altro oppure costringerlo a fare sesso orale ad un altro, mi piace picchiarlo, e mi piace molto il pissing che però mi eccita sia se è lui a farlo a me che viceversa. D'altra parte mi piace mi piace farmi frustare e sculacciare e bere la sua saliva. Allora la mia domanda è questa: secondo lei, come faccio a capire a quale ruolo mi avvicino di più? O semplicemente mi trovo nel mezzo? Mi piacerebbe, però, capire per quale ruolo sono più portata per poter "crescere" in quella direzione... Un'ultima domanda: secondo lei da cosa derivano le perversioni come il sadismo, il masochismo, il pissing e lo scatting?

Risposta
Salve,
molte volte entrambi i ruoli possono essere presenti, esattamente come molte altre caratteristiche della persona. Probabilmente in alcuni momenti la sua direzione sarà quella della dominante, in altre quella della sottomessa. Per quanto riguarda le origini...bè troppo complesso per parlarne in maniera riduttiva o semplicistica qui.
URL:    EMBED:



Consiglio
Risponde: Psicologo
16/10/2014

Domanda
Buongiorno,avrei bisogno di un consiglio su come gestire una rapporto.Da poco ho conosciuto un ragazzo, ci siamo incontrati in chat e abbiamo deciso di vederci da subito.Dal primo incontro mi ha detto della sua passione alla sottomissione. Io sono una ragazza estremamente educata, sensibile, dolce, premurosa, insomma una ragazza vecchio stampo, cresciuta nelle regole che piano piano ho fatto mie. Il mio problema sta nel fatto che lui fuori dal rapporto di sottomissione che vorrebbe con me, vuole essere solo amici,asserendo di non potermi dare quel che cerco(credo intenda un rapporto solo vanilla). Ci piacciamo reciprocamente e ogni giorno,lavoro permettendo, ci vediamo e passiamo ore e ore a parlare dal vivo,per sms o al telefono. L'avessi cercato un uomo così non lo avrei mai trovato, nessuno è perfetto ma lui si incastra senza fatica a me, caratterialmente e per interessi siamo più che simili e lo ammette anche lui, come il fatto che sia dolcissima, eccezionale etc(che spesso mi dice e scrive).Per ora sto cercando di ignorare l'attrazione che ho verso di lui,ma ho sinceramente paura di innamorarmi e,nonostante le sue rassicurazioni sul fatto che un amico è per sempre,ho paura che il giorno che troverà una vera dominatrice si dimenticherà pure il mio nome.Ho provato ad essere cattiva con lui come vorrebbe e non nego che le pratiche che abbiamo sperimentato mi siano piaciute (spitting, adorazione dei piedi, schiaffi, lievi "torture"),e lui ne è al corrente ovviamente, ma proprio non ce la faccio ad essere cattiva, probabilmente la cattiveria che è in ognuno io l'ho relegata troppo in profondità per poterla tirare fuori"a piacimento",ci riesco solo quando mi stuzzica fino a farmi perdere le staffe.Datemi un consiglio o come tirare fuori la cattiveria o come riuscire a non farmi venire un brivido ogni volta che mi accarezza(il problema è che lo fa spesso e come se fosse la cosa più normale del mondo prendermi la mano, abbracciarmi, accarezzarmi le braccia e le mani mentre viaggiamo...). Ringrazio per la pazienza nel leggere questa tirata e ancora di più per la risposta che potrete darmi.Saluti

Risposta
Salve,
mi chiede una cosa davvero difficile, un consiglio su come tirar fuori la cattiveria (esattamente come fa quando pratica lo spitting o dà gli schiaffi) o riuscire a non aver brividi...
le consiglio di vivere il suo rapporto, per ora di amicizia, senza lasciarsi travolgere dai pensieri catastrofici del futuro...parafrasando Baricco, poi la vita le risponderà.
URL:    EMBED:



Penetrazione anale post radioterapia
Risponde: Medico
16/10/2014

Domanda
E'possibile ricevere penetrazioni anali dopo radioterapia per tumore alla prostata e se sì con che precauzioni ?

Risposta
Non so di preciso cosa hanno irradiato nel tuo caso, se sei stato operato e quindi si sono limitati al solo letto operatorio o se hanno esteso il campo di irradiazione anche allo scavo pelvico per colpire i linfonodi e altre strutture adiacenti, questo perchè maggiore è il campo irradiato, maggiori sono le strutture coinvolte e maggiori sono le conseguenze di questo trattamento. Per rispondere nel modo più esaustivo possibile sarebbe importante sapere anche a quali effetti collaterali post radioterapia sei andato incontro e se tra questi c'erano o meno problemi riguardanti il retto o l'ano.
Dato che però tutte queste informazioni non sono a mia disposizione posso dirti in modo generico che il sesso anale non è del tutto controindicato, chiaramente la delicatezza ed il buon senso devono essere tuoi fedeli compagni in questo momento. Chiaramente al primo dolore o semplice fastidio interrompi ogni pratica di penetrazione anale e non forzare la zona, magari per riprovare dopo qualche giorno e vedere se piano piano e in modo progressivo la cosa migliora.
URL:    EMBED:





Visualizzazione da 321 a 325 di 656 risposte.
Prima pagina Pagina precedente 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79  80  81  82  83  84  85  86  87  88  89  90  91  92  93  94  95  96  97  98  99  100  101  102  103  104  105  106  107  108  109  110  111  112  113  114  115  116  117  118  119  120  121  122  123  124  125  126  127  128  129  130  131  132  Pagina successiva  Ultima pagina






Tutti i diritti riservati - LEGAMI.ORG - Regolamento