Nick:  Password:  Ricordami: Cookies non abilitati!    Ricorda Password  REGISTRATI
Home   
BDSM   
News   
Novità   

ConCorsetto   
Gallery   
Forum   
Taccuini   
Puntine   

L'Esperto   
Pervipedia   
Interviste   
Articoli   
Poesie   
Racconti   

Regioni   
Eventi&Feste   
Inserzioni   

Sondaggio in corso!  Sondaggi   
Links   

Help e FAQ   



Conflitto interno
Risponde: Psicologo
21/04/2016

Domanda
Buona sera, da un paio di mesi ad oggi sono entrato in profondo conflitto con me stesso. Sin da piccolo ho avuto fantasie sessuali slave e fetish e ho avuto molte esperienze in merito. Ho abbandonato questo mondo per lunghi anni per diversi motivi e solo da qualche mese sono rientrato, in maniera molto velata a farne parte ma, il mio rientro ha scatenato in me un conflitto psicologico decisamente forte.

Sono uno slave psicologico, nel senso che prediligo l'umiliazione, la derisione, l'adorazione, il desiderio, il servilismo e in parte le punizioni/rimproveri, malgrado il dolore sia una di quelle cose che non mi piacciono assolutamente.

Circa un mese fa parlando con una Miss che fa anche la Money Miss siamo giunti a parlare appunto di come ella viva questo genere di rapporto.
La Miss in questione è fidanzata e mi ha detto appunto che il 90% degli schiavi che incontro serve anche lui ed è presente in tutti gli incontri. Insomma, la Regina e il Re. Mi ha riferito anche che appunto ci sono alcuni che proprio non riescono a sottomettersi ad un uomo in alcuni casi rispetta il loro 'problema', in altri casi no e a tal proposito mi ha detto "uno l'ho fatto mettere in ginocchio a terra e gli ho fatto urinare in testa dal mio uomo. solo perché disse 'non mi sottometterò mai a lui da quel momento chiede sempre la sua presenza."

Lei è molto abile con le parole, è un'abile manipolatrice e sa farsi desiderare non poco.
Il suo sogno è quello di avere schiavi che servano la colazione a letto ai Padroni, cucinino per loro, li servano a tavola, quasi come se fosse appunto un normale rapporto Nobiltà e servitù cosa che ovviamente accende la mia fantasia, visto che è un qualcosa che mi è sempre piaciuto.
Io poi le ho chiesto quindi, visto il suo modo di vedere la dominazione, le ho detto "Allora non è solo una questione di sessioni e/o soldi" e lei giustamente mi ha risposto "anche i soldi dei miei schiavi saranno miei."

Mi ha parlato del progetto che hanno per quando andranno a vivere insieme a Milano, visto che hanno diversi schiavi in giro per l'Italia. Vogliono assumere uno schiavo che venga a occuparsi della casa e della cena per 6 ore al giorno ovvero dalle 18 alle 24
che lavori e che viva in una casetta accanto alla loro, che sia a loro disposizione dopo il lavoro il week end sempre, che faccia da autista che li porti a fare compere che gli prepari la colazione prima di andare a lavoro e dove lo stipendio dello schiavo sarà speso per loro.

Dopo aver parlato ancora un po', mi ha proposto di ospitarli a Torino dove io dovrei procurare i biglietti e occuparmi della sistemazione per la notte e io sarei il loro schiavo. Inizialmente il tutto mi eccitava al punto da goderne, ma poco dopo ho cominciato a maturare il pensiero di: "ma che razza di persona sono?"
Insomma ok il gioco bdsm, ok il feticismo, ok tutto ma qui si tratta di annullamento psicologico, di deumanizzazione e tutto il resto e a me questa situazione eccita a tal punto?
L'essere trasformato in una vera nullità? L'essere abusato in ogni modo, privato, umiliato?
Come posso provare stima e rispetto per quello che sono, se è davvero questo quello che sono? Mi schiferei davvero.

Successivamente parlando e conoscendo altre Mistress ho compreso di avere una bassissima autostima di me e sicuramente zero amore verso me stesso che molto probabilmente è la fonte principale del mio masochismo. Il modo in cui osservo queste fanciulle si è di adorazione, ma è più forte quella parte che dice: "come vorrei poter essere come lei, essere al suo posto, vivere le sue emozioni piuttosto che sentirmi quello che sono"

Forse dovrei andare in terapia?

Risposta
Salve,
io le consiglio in primis di operare una distinzione tra quelle che sono le sue fantasie e quelli che sono i suoi desideri relativi al bdsm. Si può essere eccitati al pensiero di alcune situazioni (fantasia), ma essere ben lungi dal voler mettere in pratica ciò che ci eccita, oppure si può essere eccitati da un pensiero e desiderare mettere in pratica il tutto (desiderio).
In ambedue i casi, che si tratti di fantasie o di desideri, tutto sta come ce li viviamo e dalle sue parole traspare un evidente disagio, lei infatti mi parla di un conflitto psicologico decisamente forte. Ha delle attitudini che lo spingono verso l'umiliazione, la derisione, l'adorazione, il servilismo e in parte verso le punizioni/rimproveri, ma è come se fosse scisso, combattuto tra l’assecondare queste inclinazioni ed il giudizio che ha verso se stesso quando si lascia andare alle sue fantasie/desideri.
Le fantasie sono fantasie, sospenda il giudizio, non sta facendo nulla di male. Le cose cambiano per i desideri, mettersi nella situazione che le ha prospettato la mistress, forse la eccita, ma riflettendoci si rende conto che questa cosa, se realmente accadesse la farebbe sentire de umanizzato, una vera nullità, abusato, umiliato e privato della sua libertà. Ma è sicuro che lei lo vorrebbe, è sicuro non si tratti solo di fantasie?
Veniamo all’autostima, è così convinto del legame masochismo scarso amor proprio? Esistono slave più o meno masochisti che le posso assicurare godono di una ottima autostima. In quali settori si manifesta la sua scarsa autostima? È un pessimo amico, lavoratore, figlio….è in toto una pessima persona?
Se crede che realmente la sua autostima sia un problema che rende invalidante la vita allora si ne parli con un terapeuta che sicuramente potrà aiutarla a sbrogliare la matassa.
URL:    EMBED:



Anelli fallici per migliorare l'erezione
Risponde: Medico
14/04/2016

Domanda
Buona sera, ho letto svariate volte che gli anelli fallici in silicone, usati per migliorare e prolungare l'erezione, se usati per più di 30 minuti possono causare seri danni ai genitali. E' vero?

Grazie.

Risposta
Sull'esatta tempistica non so aiutarla (dipende anche dal grado di costrizione dell'anello stesso) però mi trova concorde nell'affermare che un uso prolungato possa determinare dei danni, alcuni reversibili e di poco conto altri più importanti.
Consideri che per le zone definite delicate (come possono essere i genitali esterni maschili o i seni) non si dovrebbe interrompere l'afflusso di sangue per più di 30/40 minuti che diminuisce a 15 se il blocco di afflusso è totale (per capirsi, immagini i seni legati di colore viola/bluastro). Tutto questo per due semplici motivi:
1) la mancanza di nutrimento determinato dall'arrivo continuo di sangue ben ossigenato può portare a necrosi dei tessuti;
2) il ristagno di sangue che si ha dato che una eventuale costrizione determina blocco in entrata ma anche in uscita, determina l'avvicinamento prolungato dei fattori della coagulazione che potrebbero attivarsi a vicenda, determinare il formarsi di un trombo che verrebbe sparato in circolo causando eventuali danni ischemici.
I vari effetti collaterali si inseriscono tra questi due appena descritti secondo una scala di gravità!
URL:    EMBED:



Rapporti orali
Risponde: Medico
14/04/2016

Domanda
In un rapporto orale senza protezione per far si che ci sia contatto sangue-sangue che situazioni si devono verificare?? cioè io dovrei avere una ferita aperta in bocca e lui una al pene, giusto?? vorrei maggiori delucidezioni in merito, grazie.

Risposta
La via più efficace di contagio è sicuramente quella ematica (sangue/sangue) ma alcune malattie sessualmente trasmissibili sono contagiose per via umorale (sperma/umori vaginali). Dipende quale patologia ti preoccupa di più, altrimenti usa il preservativo anche per il sesso orale.
URL:    EMBED:



Sesso anale e mal di schiena
Risponde: Medico
14/04/2016

Domanda
Ho mal di schiena (nella zona lombosacrale) che posizione posso usare per farmi penetrare dalla mia Padrona con lo strapon, va bene quella supina con le gambe in alto?

Risposta
Ma non sarebbe meglio prendere qualcosa per il mal di schiena e poi godersi in tutta tranquillità e serenità la serata con la sua padrona?!?!
Anche perché, per quanto adeguata come posizione quella da lei proposta, i colpi di bacini dati per penetrarla a fondo e al meglio potrebbero peggiorare la situazione.
URL:    EMBED:



Feticismo dei piedi femminili
Risponde: Psicologo
14/04/2016

Domanda
Il mio ragazzo -slave è attratto in modo parossistico dai miei piedi, specie quando indosso, e lo faccio solo per lui, degli zoccoli alti in legno aperti dietro.

le chiedo dottore: questa parafilia è un disturbo mentale grave? e, soprattutto, come si sviluppa in una persona tale perversione? dipende da qualche trauma infantile, o da un certo tipo di educazione? perdoni le domande che probabilmente le appariranno ingenue o stupide ma sono davvero curiosa di capire...

Risposta
Salve, la parafilia è definita come una forte e persistente eccitazione verso un comportamento sessuale atipico, il soggetto parafiliaco vive di solito tutto questo con armonia. Si parla invece di disturbo parafiliaco quando il comportamento sessuale parafiliaco diventa una dipendenza, compromette la vita sociale e lavorativa e può provocare danni al soggetto stesso o ad altre persone. Io non credo che il feticismo del suo compagno possa dipendere da qualche trauma infantile o da un certo modello educativo e mi sento di dirle che nell’adorazione dei piedi, calze, scarpe non c’è nulla di sbagliato, i problemi iniziano quando l’adorazione è ossessiva e soprattutto non trova conferme nel partner.
URL:    EMBED:





Visualizzazione da 186 a 190 di 656 risposte.
Prima pagina Pagina precedente 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79  80  81  82  83  84  85  86  87  88  89  90  91  92  93  94  95  96  97  98  99  100  101  102  103  104  105  106  107  108  109  110  111  112  113  114  115  116  117  118  119  120  121  122  123  124  125  126  127  128  129  130  131  132  Pagina successiva  Ultima pagina






Tutti i diritti riservati - LEGAMI.ORG - Regolamento