Nick:  Password:  Ricordami: Cookies non abilitati!    Ricorda Password  REGISTRATI
Home   
BDSM   
News   
Novità   

ConCorsetto   
Gallery   
Forum   
Taccuini   
Puntine   

L'Esperto   
Pervipedia   
Interviste   
Articoli   
Poesie   
Racconti   

Regioni   
Eventi&Feste   
Inserzioni   

Sondaggi   
Links   

Help e FAQ   



rapporti con persone hiv+ in terapia
Risponde: Medico
07/08/2014

Domanda
vorrei saper se avere rapporti non protetti con persone hiv+ sono rischiosi oppure no.

Risposta
Mi stupisce molto che nel 2014 ci siano ancora dubbi e tanta disinformazione su simili tematiche nonostante il bombardamento mediatico degli ultimi anni su simili argomenti.
Una persona HIV+ è definito come un portatore sano del virus (ovvero è entrato in contatto con il virus, ed il virus è presente nel suo sangue ma ancora non ha sviluppato nessun sintomo della malattia) ed è quindi altamente contagioso.
La terapia non permette la guarigione del soggetto ma semplicemente rallenta il decorso della patologia. Ed anche la prevenzione secondaria con antiretrovirali una volta esposti al contagio non è scientificamente provato funzioni quindi l'unica prevenzione possibile da questa MST (MalattieSessualmenteTrasmissibili) è l'uso del preservativo.
Inoltre mi permetto di aggiungere che per la Corte di Cassazione colui il quale, informato del proprio stato di salute, pratichi sesso non protetto o non avverta il partner della propria malattia può andare incontro a provvedimenti di ordine penale. Nello specifico si parla di lesioni gravissime, ossia che comportano una "malattia certamente o probabilmente insanabile" (Cass. Pen. sez V, 26.03.2009, nr.13388)
URL:    EMBED:



Dinamiche mutevoli !!!
Risponde: Psicologo
07/08/2014

Domanda
Salve io sono una schiava da circa 6 ... il rapporto tra me e il mio padrone per sua richiesta è sempre stato un 24/7 ma più improntato sulla fisicità che sulla psicologia... infatti una volta fidanzati lui mi esplicitamente ordinato di comportami da fidanzatina con un cervello autonomo e non come un automa... così ho fatto ma sempre mettendo lui in prima posizione perché essere una schiava in ogni caso per me è sempre stato più naturale. In questi anni sono stata gravemente malata sia fisicamente che emotivamente prima di conoscerlo soffrivo di attacchi di panico e paranoie. Ora da un anno le dinamiche stan cambiando ci stiamo per sposare e lui non solo mostra molta meno fisicità ma quei pochi limiti mentali che c'erano son decaduti... spesso sono uscite anche frasi come " queste cose non si dovrebbero fare a una moglie"... così in me sono usciti alcuni dubbi che hanno portato una specie di scissione nella mia personalità da una parte c'è la me fidanzata che dice " xke non farmi ciò che mi piace , e magari in futuro stanco della vanilità imposta cercherai altri lidi dove soddisfatti." Dall'altra il mio essere schiava che mi porta a dire " se questo quello che vuole devo sottostare perché lamentarmi sarebbe dominazione dal basso" ... ho provato a parlare con lui ma in realtà poco di fatto mi dice che è solo stressato dal lavoro.. io invece mi trovo a combattere confusa queste due anime tanto da avere mal di testa continui... inoltre sporadicamente è capitato di svenire durante il sesso e non ricordami nemmeno che lo stavo facendo... ecco le domande questi casi di svenimento possono essere attribuiti a queste mie ansie??? Potrei rischiare di tornare a soffrire di attacchi di panico??? Esiste un esercizio o un modo per non avere queste battaglie interne personali??? È così sbagliato secondo lei chiedere a mio marito ciò che ho bisogno e questo mi renderebbe una schiava sbagliata?? Dovrei tornare in terapia ???? Grazie del tempo che mi ha dedicato !!!!!

Risposta
Buona sera,
se ha ben lavorato sugli attacchi di panico saprà gestirli se dovessero ripresentarsi. Parlare con suo marito non vuol dire certo dominazione dal basso ma un buon modo per salvaguardare un rapporto. Esistono esercizi per vivere meglio le proprie emozioni e i propri pensieri. Non so che terapia ha effettuato, ma potrebbe, se ne sentirà l'esigenza, affidarsi ad un terapeuta cognitivo comportamentale per affrontare il "qui ed ora"
URL:    EMBED:



masochista
Risponde: Psicologo
07/08/2014

Domanda
uno/a slave deve necessariamente essere masochista?
si può rivestire tale "ruolo" anche senza esserlo?

Risposta
Buona sera,
uno/a slave non deve necessariamente essere masochista.
URL:    EMBED:



Farmaci e fellatio
Risponde: Medico
31/07/2014

Domanda
Buongiorno,
frequento una persona che ha scoperto di avere un tumore e deve effettuare radio e chemioterapia, visto che per quanto possibile non vorremmo interrompere la nostra sessualità avrei urgenza di sapere se in questi casi la fellatio con successivo ingoio dello sperma è sconsigliata.
So che i medicinali sono smaltiti principalmente tramite l'urina, il pissing ho letto che è sconsigliato in bocca, ma sul corpo? Ho letto un'altra risposta in cui dicevate che non ci sono problemi, ma vista la tipologia di medicine usate volevo capire se anche in questo caso non ci sono problemi.
Spero in una vostra risposta, grazie.

Risposta
Caro utente, premesso che ogni tumore ha il suo farmaco cardine nel piano terapeutico e che ogni farmaco ha poi delle tossicità specifiche, in linea di massima i farmaci chemioterapici hanno effetti collaterali generali più o meno simili come nausea e/o vomito, astenia e facile stancabilità, abbassamento delle difese immunitarie, gastriti e mucositi (ovvero il famigerato mughetto che altro non è che una candida orale), tutti sintomi e conseguenza dell'effetto della chemioterapia sulle cellule in rapido accrescimento (cellule epiteliali e del sistema immunologico ed emopoietico). Non tutte le persone rispondono allo stesso modo alla chemioterapia e quindi non è detto che questi sintomi si presenteranno per forza tutti e tutti insieme, è vero però che un trattamento con tali farmaci stressa moltissimo il fisico quindi evitare ulteriori stress sarebbe l'optimum. Non mi sento di dirle di evitare completamente il sesso ma sicuramente di optare per una versione più soft facendo attenzione particolare alla persona che ha accanto. Nello specifico della sua domanda la fellatio con ingoio è possibile, non esistono articoli scientifici in letteratura che ne controindichino la pratica ma tenga sempre a mente che chi ha davanti avendo un sistema immunitario deficitario è soggetto con molta facilità ad andare incontro ad infezioni difficili poi da mandar via, quindi o assicura un ambiente che rasenti l'asetticità o magari durante il periodo dei cicli chemioterapici vediamo di praticare altro. Per quanto riguarda il pissing sul corpo, anche lì mi sento di sconsigliarlo, al massimo lo definirei praticabile su zone a pelle integra come braccia, gambe e tronco, da evitare ogni zone che potrebbe essere una porta per i batteri come la zona genitale/anale/perianale, il viso, e tutte quelle parti del corpo che presenza ferite anche se in via di guarigione.
Per quanto riguarda la radioterapia il discorso cambia, infatti, mentre la chemioterapia è un trattamento sistemico che quindi colpisce il corpo per intero, la radioterapia è un trattamento locale, ovvero si irradiano solo le zone colpite dal tumore quindi in questo caso non ci sono controindicazioni alla fellatio con ingoio (da evitare ovviamente in caso di tumore del cavo oprale o del collo) e nel caso di pissing evitare accuratamente la zona irradiata.
URL:    EMBED:



Dubbi
Risponde: Psicologo
24/07/2014

Domanda
Ciao, sono una ragazza di 23 anni, sono in una relazione stabile da 7 con un ragazzo di tre anni più grande di me e da qualche anno mi sento sempre più confusa riguardo ciò che mi piace fare a letto. Il mio ragazzo è molto dolce, anche troppo, è molto delicato, abbiamo un rapporto una volta alla settimana se tutto va bene, sempre con la stessa routine e ormai mi trovo a fingere l'orgasmo solo pre non arrecargli dispiacere.
In realtà tutta questa dolcezza mi soffoca, nella vita di tutti giorni sono una persona molto forte ed indipendente, ma a letto sento il bisogno viscerale di affidarmi nelle mani di un'altra persona, di qualcuno che mi domini, che mi faccia smettere di pensare.
Non so come affrontare questa cosa, vivo male il rapporto con il mio ragazzo che mi considera come una bambolina di porcellana, non so come rivelargli i miei desideri, cosa vorrei che mi facesse perchè ho paura di spaventarlo.
Grazie infinitamente per l'attenzione,

Risposta
Ciao, non c'è souzione migliore che quella di parlare al tuo ragazzo. Hai paura di spaventarlo, ma non raccontandogli i tuoi desideri rischi di allontanarti da lui. Trova un modo per svelarti, forse questo salverà il vostro rapporto.
URL:    EMBED:





Visualizzazione da 336 a 340 di 656 risposte.
Prima pagina Pagina precedente 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79  80  81  82  83  84  85  86  87  88  89  90  91  92  93  94  95  96  97  98  99  100  101  102  103  104  105  106  107  108  109  110  111  112  113  114  115  116  117  118  119  120  121  122  123  124  125  126  127  128  129  130  131  132  Pagina successiva  Ultima pagina






Tutti i diritti riservati - LEGAMI.ORG - Regolamento