Nick:  Password:  Ricordami: Cookies non abilitati!    Ricorda Password  REGISTRATI
Home   
BDSM   
News   
Novità   

ConCorsetto   
Gallery   
Forum   
Taccuini   
Puntine   

L'Esperto   
Pervipedia   
Interviste   
Articoli   
Poesie   
Racconti   

Regioni   
Eventi&Feste   
Inserzioni   

Sondaggi   
Links   

Help e FAQ   



Dipendenza social network
Risponde: Psicologo
28/12/2012

Domanda
Salve,
sono un ragazzo di Roma di 29 anni, sono iscritto da qualche tempo al piu grande dei social network di cui non voglio dire il nome perché ne sono talmente saturato che mi è venuto il rigetto! Ogni volta che mi collego noto che sempre piu persone hanno la tendenza a scrivere in ogni istante quello che pensano o fanno, addirittura durante una partita di calcio ci sono persone che insultano i giocatori come se questi potessero sentirli e io rimango SCONCERTATO!!! Da cosa può dipendere questo comportamento? Solitudine?

Risposta
Salve,
i social network sono ormai diventati una vera e propria "droga" virtuale, dove lo scambio di informazioni in tempo reale ha sostituito la classica comunicazione. Se in alcuni casi attraverso i social network si sono costruiti veri e propri movimenti, in molti altri lo scrivere rimane un semplice modo per esprimere un'opinione che per lo più si perderà nella moltitudine di messaggi.
Parafrasando Amleto, qualsiasi nuova tecnologia non è buona o cattiva ma è il suo uso che la rende tale.
URL:    EMBED:



Massaggio prostatico
Risponde: Medico
20/12/2012

Domanda
Se non ho capito male è possibile attraverso una penetrazione anale di uno schiavo maschio con un dito arrivare a toccare e spremere la prostata attraverso la parete anteriore del retto. Questo provocherebbe la fuoriuscita di liquido dal membro dello schiavo. E' vero? Come si fa a individuare la prostata dentro l'ano? Quanto deve durare la pressione per fare uscire il liquido? La fuoriuscita di questo liquido avviene anche se il pene è eccitato? Grazie

Risposta
La prostata è situata vicino alla vescica e può essere raggiunta attraverso l’ano. Il partner deve urinare o evacuare prima della stimolazione. È importante che sia il più rilassato possibile. Dovete avere le mani pulite con le unghie molto corte e limate per evitare lacerazioni, usare guanti di lattice ed inserire lentamente due dita guantate e lubrificate con un gel a base d'acqua. Inserire le dita con delicatezza, spingendosi all'interno e poi verso l'alto sulla parete rettale dal lato frontale. Muovete le dita diciamo verso l'ombelico, dopo un percorso di circa 3-6 cm incontrerete un organo di forma approssimativamente rotonda come una castagna o una noce, massaggiare delicatamente lungo i bordi (non premere al centro per evitare danni ai delicati filamenti nervosi che vi decorrono) il partner sentirà come se dovesse urinare, tranquillizzatelo e continuate, a questo punto il partner si ecciterà e potrebbe eiaculare (ma anche no, a volte non succede). Il massaggio forzerà i fluidi seminali ottenendo come risultato lo svuotamento della prostata (che si scarica direttamente nell'uretra). In questo caso non vi è stimolazione del pene durante il massaggio prostatico e la eiaculazione non comporterà l'orgasmo. Per favorire lo svuotamento del'uretra si può sfregare un dito dalla base del pene al glande, così facendo si spinge lo sperma attraverso il dotto per sostituire le contrazioni muscolari del'orgasmo. Per quanto riguarda i tempi, variano da persona a persona.

URL:    EMBED:



Ago nella prostata
Risponde: Medico
13/12/2012

Domanda
Salve, un mio conoscente - a suo dire molto esperto nel bdsm sia da master che da slave - mi ha detto che lui usa abitualmente questa pratica: introduce nell'ano dello slave un ago e poi, dopo aver centrato la prostata, la punge. Questa cosa è dolorosissima all'inizio, ma dopo 1 o 2 minuti provoca un orgasmo da urlo, non paragonabile a quello tradizionale. Lui l'ha imparata da un suo amico medico che gliel'ha spiegata bene e l'ha anche subita.
Io ho delle perplessità e ho cercato qualcosa in rete ma non ho trovato nulla. Lui dice che è una pratica poco conosciuta che possono fare solo gli esperti. Non esce sangue, ne ci sono complicazioni, tutti gli slave eiaculano da matti. Possibile?

Risposta
Sconsiglio qualunque tipo di lesione con aghi, alla cieca, in un ambiente che, per la sua stessa natura, è privo di ogni sterilità (il retto), per l'elevatissimo rischio di danni anche permanenti sia a causa di aghi che normalmente non si sanno usare, che per la possibilità di provocare gravi infezioni in organi delicatissimi e, da quello che mi dici, sconosciuti.

La pratica che più si avvicina a quella da te descritta è l'agobiopsia della prostata, pratica medica alla esecuzione della quale ho assistito, effettuata in ambiente sterile con materiale sterile usa e getta, guidata ecograficamente, attraversando con l'ago il perineo ed assolutamente non attraverso l'ano ed alla cieca. Per la mia esperienza non è assolutamente seguita da alcun tipo di orgasmo, anzi.
URL:    EMBED:



Gel fisting
Risponde: Medico
13/12/2012

Domanda
Domanda piccola ma breve.
Il gel usato per il Fisting è pericoloso?
Non l'ho ancora usato, ma ho saputo dal medico di un mio amico che è altamente pericoloso. Quindi ora mi assale il dubbio.

Risposta
Ma tu di quale prodotto intendi parlare? Se usi del semplice lubrificante, non mi risulta sia pericoloso, se invece ti riferisci a lubrificanti contenenti sostanze che limitano la percezione del dolore (per intenderci quello ben noto che usano i medici per fare visite anali), allora si, sono pericolosi, non come lubrificanti in sè, ma nel senso che, bloccando la percezione del dolore, impediscono di rendersi conto del verificarsi di possibili danni. E' bene ricordare che il sintomo dolore ci protegge dal provocarci lesioni o di peggiorare una lesione già in corso, conoscerlo e tenerne conto è la principale difesa del sub e dovrebbe essere la cura primaria del Dom.
URL:    EMBED:



Bondage e Pressione
Risponde: Cardiologo
07/12/2012

Domanda
Sono una runner da 7 anni, percorro distanze molto lunghe e l'allenamento da me seguito ha condizionato il cuore, che batte più lentamente rispetto alla norma se sono in corsa. Da ferma ho un altro "problema" che in realtà, per chi pratica è "biologicamente" parlando un vantaggio, ossia il cuore va sempre un pochino più lento, e la pressione è più bassa.
Premettendo che non è mai accaduto nulla fin'ora, stasera mi è sorto il dubbio degli eventuali rischi a... "stringere" per errore o volontariamente piu del dovuto le corde nel bondage. Che succede? chi ha una pressione bassa può praticare tranquillamente o ci sono accorgimenti speciali da parte del bondager?

Risposta
Come prima cosa, c'è da dire che il battito lento (bradicardia) e la tendenza ad avere la pressione sanguigna bassa nei "long runner" è un fatto noto, è normale e previene molte malattie cardiovascolari.
Stringere molto forte le corde alla radice di un arto (vicino alla zona inguinale per esempio) può portare ad un effetto di "sequestro" di sangue che ,se prolungato, può causare dei cali di pressione.

Un discorso diverso sono le corde che legano il collo: a parte l' ovvio rischio di soffocamento, bisogna ricordare che ai lati del collo vi sono delle strutture nervose che, se stimolate con una compressione dall' esterno, possono causare delle violente bradicardizzazioni e delle importanti cadute della pressione con conseguente svenimento.
URL:    EMBED:





Visualizzazione da 446 a 450 di 656 risposte.
Prima pagina Pagina precedente 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10  11  12  13  14  15  16  17  18  19  20  21  22  23  24  25  26  27  28  29  30  31  32  33  34  35  36  37  38  39  40  41  42  43  44  45  46  47  48  49  50  51  52  53  54  55  56  57  58  59  60  61  62  63  64  65  66  67  68  69  70  71  72  73  74  75  76  77  78  79  80  81  82  83  84  85  86  87  88  89  90  91  92  93  94  95  96  97  98  99  100  101  102  103  104  105  106  107  108  109  110  111  112  113  114  115  116  117  118  119  120  121  122  123  124  125  126  127  128  129  130  131  132  Pagina successiva  Ultima pagina






Tutti i diritti riservati - LEGAMI.ORG - Regolamento